• Negozi
  • Le nostre marche
  • Carta Club
  • Novità
  • Spesa e Famiglia
  • Contattaci

La giusta temperatura

Aggiungi ai preferiti

  • Stampa

Estate: tutti i trucchi per raffreddare bianchi e bollicine

 

Come in una storia d’amore, un eccesso di freddezza non va bene: altera lo sviluppo degli aromi del vino, riduce l’effervescenza in caso si tratti di bollicine e può persino anestetizzare il palato. Allo stesso modo, una temperatura troppo alta offusca gli aromi e, nel caso dello spumante, crea una quantità eccessiva di schiuma. Insomma, la temperatura è uno degli elementi fondamentali per valorizzare il vino, tanto che la bottiglia più costosa del mondo, se servita troppo fredda o troppo calda, potrebbe sembrare un comune vino da tavola.  Il discorso è complesso, ma c’è una regola che semplifica la vita: se di un vino si vogliono accentuare profumo e corpo, occorre servirlo a una temperatura alta, sui 18-20 gradi, se invece si preferisce ridurre la percezione dell’alcol e degli aromi a favore della freschezza, si deve abbassare la temperatura di servizio più che si può. 

FRESCO LAST MINUTE

Il congelatore è per il vino quello che l’asciugatrice è per un maglioncino di cachemire: una tragedia. Se si vuole salvaguardare l’armonia del vino, gli aromi, la struttura e la persistenza, il freezer va dimenticato, per non parlare dell’eventualità che la bottiglia vada in frantumi a causa di una malaugurata amnesia.

Per far raffreddare una bottiglia di bianco o di bollicine conviene riporla nello scomparto più freddo (2 °C) del frigorifero, e lasciarla lì per due ore e mezza. La bottiglia va messa coricata, in modo da garantire l’omogeneità della temperatura. Se però si ha fretta, sicuramente il secchiello è il metodo più rapido. Occorre soltanto conoscere un piccolo trucco da addetti ai lavori per accelerare il raffreddamento della bottiglia: due manciate di sale nell’acqua del secchio. Il sale, infatti, velocizza lo scioglimento del ghiaccio e l’acqua diventerà così freddissima, abbassando allo stesso modo la temperatura della bottiglia e assorbendone il calore, in pochissimo tempo. Il secchiello (in alternativa si può utilizzare una pentola da pasta) va riempito con acqua fredda per due terzi, quindi si aggiungono i cubetti di ghiaccio fino a 10 cm dal bordo. In questo modo si ottiene un raffreddamento perfetto a 8 °C. Una nota di bon ton: mai riporre la bottiglia vuota a testa in giù nel secchiello, sarebbe una terribile caduta di stile. Altre cose che possono aiutare nel raffreddamento sono le fasce termiche che si tengono in freezer e poi si fanno indossare alla bottiglia, in modo da tenerla ben fredda. E se non abbiamo niente di tutto questo a disposizione? Basta mettere un po’ di uva in fondo al cassetto più freddo del freezer e dimenticarsela lì. In caso di emergenza, i chicchi d’uva congelati saranno una valida alternativa ai cubetti di ghiaccio, senza il rischio di annacquare il vino. Anzi, visti nel calice gli acini sono molto coreografici, si potrà fare finta di averlo previsto fin dall’inizio. 

LE REGOLE DI SERVIZIO

Una volta versato nei calici, il vino tende naturalmente a riscaldarsi in base alla temperatura dell’ambiente, soprattutto in un locale affollato o se è estate. La nascita del secchiello si deve proprio a questo: serviva a raffreddare i bicchieri. Oggi che raramente capita di far raffreddare anche i bicchieri,  basta giocare d’anticipo e servire lo spumante a una temperatura inferiore di 2-3 °C a quella consigliata. Se usiamo il secchiello, il vino che si trova all’interno del corpo della bottiglia è fresco, ma non quello in corrispondenza del collo (che si trova fuori dal secchiello). Per questo prima di stappare
bisogna ricordarsi di ribaltare con delicatezza la bottiglia in modo da mescolare il vino e renderne omogenea la temperatura. Così facendo, serviremo il nostro vino a una temperatura perfetta fin dal primo bicchiere.

FALANGHINA

Nome e Cognome Falanghina Doc

 

Soprannome Il suo nome deriva dal suo portamento espanso, per cui tradizionalmente la vite veniva legata a pali di sostegno detti "falanga", da cui Falanghina, ossia "vite sorretta da pali".

 

Residenza (Zona di produzione) 

La Falanghina è un vitigno antico, originario delle pendici del Taburno e di alcune zone dei Campi Flegrei, ma da alcuni decenni è famosa anche la produzione di Sant'Agata de' Goti. La Falanghina dà origine a diverse Doc della Campania, tra cui Falanghina del Taburno, Campi Flegrei, Galluccio.

 

Età Si presta a invecchiamento e anche a versioni passite e spumante.  

 

Note degustative Prodotto enologico seducente, è un eccellente vino bianco dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli; all’olfatto si apre in un ricco ventaglio aromatico di delicate note floreali e fruttate dai profumi intensi e persistenti, con lieve sentore di ginestre, fiori della macchia mediterranea, banana, mela verde, pera, mandorla, sambuco e basilico. 

 

Esperienza di gusto Il sapore è secco, fresco, armonico, morbido, di buona acidità, il retrogusto amarognolo, ampio e piacevole, talvolta può ricordare la melagrana.

 

Abbinamenti con il cibo Ottimo servito come aperitivo, si accompagna egregiamente ai piatti tradizionali della cucina mediterranea: antipasti, riso e pasta con frutti di mare, crostacei, salse delicate, minestre di legumi, zuppe con funghi, pesce grigliato e fritto, carni bianche, formaggi a pasta molle, caprini giovani, mozzarella di bufala campana, pizze assortite, flan di verdure.

Un vino che cambia fisionomia nella versione passita, superbo vino da meditazione che sposa degnamente la pasticceria secca, e nella versione spumante, ottimo come aperitivo o a tutto pasto.

 

Temperatura di servizio
8-10°C.

 

Il bicchiere giusto

Da Riesling.


“Oggi che raramente capita di far raffreddare anche i bicchieri,  basta giocare d’anticipo e servire lo spumante a una temperatura inferiore di 2-3 °C a quella consigliata.”

ENTRA IN

Tanti vantaggi per te!

Buoni sconto

Offerte su misura

Servizi esclusivi

Registrati

Non sei ancora registrato?

REGISTRATI ORA

La registrazione è completamente gratuita e ti dà diritto a numerose inziative e offerte riservate agli utenti registrati!